Imparare i segreti della cucina allo zafferano... sotto gli  occhi vigili ed esperti di chi è figlia di una tradizione secolare...

 

Ricette per gustare l'oro rosso al suo meglio...

Dicevano i saggi... se hai litigato con qualcuno ed hai l'amaro in bocca... allora  fatti una tagliatella allo zafferano  o una trippa... magari non riuscirai a fare la pace con lui ma la tagliatella o la trippa non ne hanno colpa e ti faran star bene comunque !!!

     Tagliatelle prosciutto, zucchine e                 zafferano (dosi per 4 amici)

                                                   ---<<<OOO>>>--- 

300 g di tagliatelle fresche,1 cipolla media, 150 g di prosciutto cotto a cubetti, 2 zucchine, zafferano in stigmi rinvenuti, olio extra vergine di oliva q.b., parmigiano grattugiato q.b., sale q.b., pepe q.b. Tritare la cipolla e farla rosolare con un filo di olio Extra vergine di oliva, aggiungere le zucchine tagliate a rondelle e far cuocere per circa 8 minuti, aggiustare con sale e pepe. A parte cuocere le tagliatelle in abbondante acqua salata, scolarle. Saltare in padella insieme al condimento preparato aggiungendo lo zafferano rinvenuto (stigmi e liquido) e del parmigiano a vostro piacere.   Buon appetito...

 

          Trippa alla Montalcinese

                                                 ---<<<OOO>>>--- 

800 g di trippa, olio extra vergine di oliva, 1 cipolla, 1 bicchiere di vino bianco, 
brodo di carne o vegetale qb, una  manciata abbondante di Pecorino secco grattugiato, sale  e pepe qb e poi... 

0,20 g di zafferano in stigmi e per i gourmet ... una noce di burro. 
In una casseruola mettere dell'olio con la cipolla finemente tritata e rosolare, unire la trippa precedentemente lessata e farla insaporire leggermente. Separatamente, una tazza mettere gli stigmi di zafferano, a bagno con un po' di brodo caldo. Proseguire la cottura della trippa, a fuoco basso unendo piano piano, la noce di burro facoltativa e il brodo stando attenti a non farla asciugare. Girare spesso e con le punte dei corni della forchetta assicurarsi il grado di cottura, sarà' pronta quando si buca facilmente. Unire il vino e farlo sfumare, mettere il brodo con lo zafferano, aggiustare il sale, un po' di pepe, una prima manciata di pecorino secco, far ritirare quest'ultimo brodo e impiattare cospargendo la superficie, nuovamente, con del pecorino secco.